HR & Marketing – dal Content Marketing al “CEX”​, Customer & Employee Experience

CEX
Vuoi rimanere sempre aggiornato sui contenuti del nostro blog?

HR & MARKETING – DAL CONTENT MARKETING AL “CEX”​, CUSTOMER & EMPLOYEE EXPERIENCE

È da molto tempo che sostengo che tra HR & Marketing aziendali sia necessario abbattere le resistenze e iniziare a collaborare ai progetti di interesse comune che generano valore alla strategia aziendale, sia lato Customer che lato Employer. Ne è un importante esempio la natura del Content Marketing che aiuta a cambiare il mindset e l’approccio delle HR nella gestione ed organizzazione dell’Employee Experience interna all’azienda.

Il Content Marketing è definito come “un insieme di strategie e attività che mirano a creare e distribuire contenuti di valore per attrarre, coinvolgere e acquisire una target audience preventivamente definita, con il fine ultimo di guidare l’utente a compiere una serie di azioni che lo portino a raggiungere un dato obiettivo“. Alessio Beltrami, fondatore della ‘Content Marketing Academy’ e Professore del corso ‘Teoria e tecnica dei nuovi media’ all’Università degli studi Milano-Bicocca, approfondisce ancora di più questa definizione andando a chiarire che il Content Marketing ha bisogno di due aspetti assolutamente necessari e fondanti:

  • Strategia

  • Praticità

Per Beltrami creare contenuti significa dedicare tempo e questo per le aziende diventa spesso uno scoglio insuperabile (il Time Management è sempre uno dei corsi di maggiore successo nelle strutture organizzate…) per cui la scelta più semplice ricade sul delegare il lavoro esternamente. La soluzione di maggior efficacia, però, anche per i consulenti esterni, è sempre quella di coinvolgere l’azienda stessa nella produzione di contenuti, educando i collaboratori a questa mentalità di comunicazione di valore e trasformando quella fonte cruciale che è l’esperienza professionale nelle risposte che i clienti vogliono ricevere.

A differenza della pubblicità, il Content Marketing risponde ai problemi delle persone. Ecco perché funziona e ottiene attenzione, interesse e fiducia (A. Beltrami)

Come può, quindi, il Content Marketing essere uno spunto concreto per l’HR?

Il principio del Content Marketing aiuta l’HR a generare esperienze di valore!

Employee & Costumer Experience

Da questo punto di vista la definizione di Josh Plaskoff (Advisory Board Member dell’Università di Indianapolis) circa il significato intrinseco di Employee Experience è eloquente:

Considerando l’esperienza dei dipendenti come un insieme di percezioni olistiche di relazione con l’organizzazione, la gestione delle Risorse Umane si trasforma in un processo più strategico per coinvolgere il dipendente attraverso un maggiore significato e la condivisione di valore lungo tutto il percorso condiviso

Proprio la condivisione di valore, quindi, diventa centrale lungo tutto il percorso di collaborazione tra azienda e dipendente. Ma in cosa consiste questa ‘generazione di valore’ ?

Generare valore all’interno degli ambienti di lavoro significa approcciarsi al ruolo HR in modo diverso rispetto a quanto avvenuto finora, significa diventare il collegamento reale tra persone ed obiettivi, tra strategia e la sua realizzazione, avendo ben chiaro che il primo obiettivo fondamentale è quello di creare un’esperienza unica e da “effetto WOW (Marketing emozionale) per le persone che la vivono. Per questo motivo si è sentito il bisogno di andare a definire l’Employee Experience, per comprendere come ridisegnare l’esperienza dell’ “effetto WOW” tipica del Marketing, anche all’interno delle aziende nel rapporto con i propri collaboratori (attività HR).

I risultati generati da una Employee Experience percepita come di valore per i collaboratori dell’azienda sono chiari ed evidenti:

L’esempio di Wegmans (catena di supermercati americana)

Wegmans è all’avanguardia per quanto riguarda il coinvolgimento dei dipendenti, il design dell’Employee Experience e la cultura interna. Questa attenzione alle persone si traduce nella domanda chiave per Kevin SticklesStiamo facendo la cosa migliore per i nostri dipendenti?“. L’attenzione alla Employee Experience di Wegmans ha comportato una spesa di 50 milioni di $ nel passato tra piani di sviluppo, formazioni e altri interventi legati alla crescita del personale, ma questa non è stata una spesa senza ritorni. Infatti:

  • Il valore del Brand è cresciuto, fino a diventare una società da 6,2 miliardi di $ all’anno;
  • Il 94% dei dipendenti è orgoglioso di dire ad altre persone di lavorare per Wegmans (Brand Advocacy di altissimo valore)
  • Con un maggiore riconoscimento del brand e coinvolgimento delle persone, sono aumentate le vendite: Wegmans ha visto aumentare le proprie entrate annuali da $ 7,9 miliardi nel 2015 a $ 9,7 miliardi nel 2019 .
  • Per il 23° anno consecutivo, risulta tra le 100 migliori aziende dove lavorare secondo la famosa classifica di Fortune, aggiudicandosi il 3° posto per il 2020.

Sei curioso di sapere come la stessa strategia può essere applicata ad altre industry, compresa la tua? Continua a seguirci per conoscere meglio il valore di una buona Employee Experience e i suoi benefici.

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui contenuti del nostro blog?

1 Response
  1. […] Nell’articolo pubblicato la scorsa settimana ho introdotto il concetto di CEX, Costumer & Employee Experience, e di come generare valore all’interno degli ambienti di lavoro e coinvolgere i dipendenti abbia portato ottimi risultati alla catena di supermercati americana Wegmans in termini di Employer branding. Ma una buona strategia è applicabile nei settori più diversi, non solo nel retail. […]

Leave a Reply

WhatsApp chat